27 giugno 2011




Super pollaio di Adriano
con gatto Cilluzzo.

Noi non abbiamo ancora l'acqua calda e viviamo accampati...
e loro le "cocche" hanno già un super monolocale con giardino esclusivo.

31 marzo 2009

« Dopodiché si fece molto tardi, dovevamo scappare tutt'e due. Ma era stato grandioso rivedere Annie, no? Mi resi conto che donna fantastica era – e di quanto fosse divertente solo conoscerla… e io pensai a quella vecchia barzelletta, sapete… quella dove uno va da uno psichiatra e dice: "Dottore, mio fratello è pazzo. Crede di essere una gallina." E il dottore gli dice: "Perché non lo interna?" E quello risponde: "E poi a me le uova chi me le fa?" Be', credo che corrisponda molto a quello che penso io dei rapporti uomo-donna. E cioè che sono assolutamente irrazionali e pazzi e assurdi e… ma credo che continuino perché la maggior parte di noi ha bisogno di uova. »
(Alvy/Woody Allen)

17 febbraio 2009



Salve... è da tanto tempo che non mi faccio viva così stasera, mi sono messa le cuffie ho acceso una luce delicata dietro le mie spalle, ho messo il computer sul tavolo e dopo essermi seduta ho lasciato ticchettare veloci le dita sulla tastiera cercando di stare dietro ai pensieri, è una sera piacevole, mi ricorda quelle sere, sopratutto estive, in cui tredicenne giocavo a fare le grande... a notte tarda quando tutti dormivano sfilavo una sigaretta dalla borsa di mia mamma e mi sedevo sulla finestra di casa, era una di quelle finestre dal muro largo che oltre ad accogliere piante ti davano la possibilità di sederti per guardare comodamente fuori, io in quelle sere proprio come adesso mi perdevo "nel mio mondo" dedicandomi dei momenti che mi facevano sentire felice... ripensando a quella finestra capisco che la cosa che più mi manca ad Urbino, dopo il mare ovviamente, è un panorama dalla finestra, la casa in cui abitiamo io e Adriano è carina ed è stata resa accogliente e confortevole, una cuccia direi, peccato sia una cuccia senza panorama...

quindi la sintesi di questo mio piccolo raccoglimento serale (delirante) durato 10 minuti è che se le case avessero finestre munite di orizzonti da osservare sarebbe un mondo migliore... SAREBBE UNA VERA BELLEZZA!!!

Una che cercherà di sopperire "alla camera con vista" mancante con delle passeggiate... saluta....

03 settembre 2007


L’origine dell’impulso creativo è un mistero.
Da dove vengono le idee?
L’Artista è un collezionista di cose immaginarie o reali.
Egli accumula le cose con lo stesso entusiasmo
con cui un ragazzino riempe le sue tasche.
Il mucchio di scarti, ritagli, e il museo sono
abbracciate con la stessa curiosità.
Scatta istantanee, prende note, registra
impressioni sulle tovaglie o sui giornali,
sul retro delle buste o delle scatole
dei fiammiferi. Perché una cosa e non un’altra
è parte del mistero, ma egli è onnivoro.

Paul Rand 1985

... un grazie a Nicola che me l'ha fatta leggere!

16 luglio 2007



VACANZA!!!!!
voglia di non pensare alle scadenze, alle cose da fare, alle cose da organizzare, alla casa da pulire, alla macchina da aggiustare, alle bollette da pagare.... insomma voglia di PARTIRE!!!!!
Ci siamo organizzati, ci siamo riusciti, io e i mie amici, (incredibile), otto persone, un cane, due macchine, tutti in vacanza insieme, aaaaaaaaaaa .....
chiacchiere, pesce cucinato bene, buon vino, salsedine, conchiglie, tuffi, acqua salata fresca e cristallina, passeggiate in strade sconosciute, mare mare mare ...

(pensieri davanti allo schermo del computer in un caldo lunedì mattina di luglio).

07 giugno 2007



Cambiata casa!... che strana sensazione si ha nel dormire in un nuovo letto nel lavarsi i denti in un nuovo lavandino (nuovo per modo di dire) nel preparare da mangiare in una cucina che non conosci, insomma la casa è perfetta per noi, ma cambiare abitudini comporta sempre un momento di sfasamanto di perdita d'orientamento... uno stato d'ebrezza che passa giorno dopo giorno abituandosi al nuovo... venitemi/ci a trovare abbiamo anche un'asina di nome Rebecca, la campagna è bellissima soprattutto se Urbino è a 5 minuti di macchina. Una donna rurale saluta

16 aprile 2007


Che cosa sarà mai... questo "beautiful garden", potrebbe essere un posto bello, dove uno sta bene, dove uno si sente accolto tranquillo, bè per me questo posto è il bagno, lì leggo, cago, medito, mi chiudo a chiave, mi lavo... bello il bagno è l'unico luogo della casa che sento veramente mio, cioè non è lì solo per essere usato da me, lo so, ma dalle 7,30 alle 8,00 e dalle 19,00 alle 19,30 è il mio luogo, mi chiudo dentro e tutti gli altri... fuori, faccio le puzzette in libertà non penso più a come sono vestita e a chi devo render conto, siamo io, le mattonelle, i sanitari e le riviste, sono in ottima compagnia... no.

Ammiro chi riesce a gestire tutte le parti della sua vita, la mia mente è selettiva riesce a fare una cosa alla volta, due forse, dai tre. ma non più di quelle... comunque ho voglia di rifarmi viva e di curare un pò meglio il mio aspetto "mediatico", vabbè i buoni propositi ci sono sempre, anche se, come dice l'illustrazione, "and it breaks my heart"...